AL POPOLO EBREO DI OGGI

AL POPOLO EBREO DI OGGI

    Oh ebreo,

    Ebreo, amico mio.

    Ti ho conosciuto nella sinagoga di Rovigo.

    Ricordi quando il sabato

    Venivamo ad accendere il fuoco…

    E quella notte che fuggiste…

    Tu e gli altri,

    Rapidi e silenziosi,

    Per non so dove…

    Al mattino, i tedeschi

    Armati entrarono

    Dove noi “cristiani” dormivamo…

    Con voci rabbiose ci chiedevano

    Dove conducesse l’uscio chiuso…

    Nulla sapevamo noi, ancora bambini,

    Della mostruosa caccia nazista,

    Ma la risposta fu pronta:

    “La porta è murata da sempre”…

    E il nostro cuore correva

    Coi vostri piedi incontro

    A una speranza di salvezza.

    Oh ebreo, amico mio,

    Oggi ancora trema il mio cuore

    E teme la morte che t’aspetta

    In fondo alla corsa disperata

    E folle per tua stessa scelta…

    La salvezza d’Israele in cento

    Mille anni di oppressiva guerra!?

    Trema il mio cuore

    E spera nella tua saggezza.

    Renzo Baricelli